Kuvasz

KUVASZ

I cani di questa razza sono forti, di taglia grande e con un mantello bianco spesso ed ondulato. Il loro aspetto è piacevole ed irradia nobiltà e forza. Il Kuvasz difende e protegge le case e le proprietà, gli oggetti di qualsiasi valore ed anche gli esseri umani. È anche stato utilizzato come cane da caccia e come sorvegliante delle piste da sci. Il suo aspetto suggerisce un’attitudine instancabile al lavoro.


DESCRIZIONE

Un cane venuto dai Carpazi - Si tratta di un cane da pastore indigeno ungherese, molto antico, molto muscoloso, di conformazione solida, temperamento vivace e grande motilità. I suoi antenati accompagnavano già i Magiari quando questi occuparono la pianura delimitata dai Carpazi; utilizzavano questi cani per sorvegliare e proteggere il bestiame dai carnivori predatori e dai ladri. Grazie al suo istinto venatorio, all’epoca del re Matthias Corvinus è stato utilizzato di preferenza come cane da caccia. Da quando le mandrie sono diminuite nettamente, il suo impiego d’origine è diventato molto più raro; si è adeguato alla vita nei villaggi e, più tardi, anche nelle città.

LO SAPEVI CHE

Il Kuvasz è un cane particolarmente coraggioso. Difende anche al prezzo della sua vita le persone che sono affidate alla sua protezione e gli  oggetti consegnati  alla sua custodia. È cosciente del proprio valore e può diventare aggressivo se viene maltrattato.

MORFOLOGIA

LUPOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

da 66 a 70 cm

PESO DELLA FEMMINA

da 37 a 50 kg

TAGLIA DEL MASCHIO

da 71 a 76 cm

PESO DEL MASCHIO

da 48 a 62 kg

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Kuvasz

DIMENSIONI

Maxi (26-44 kg)

FCI

Cani da Pastore e Bovari (esclusi Bovari Svizzeri)

ORECCHIE

Attaccate a media altezza; dal punto di attacco e fino ad un terzo della loro lunghezza si allontanano dal cranio, per poi incurvarsi e ricadere ben adese alla testa.

TESTA

La testa del Kuvasz è distintamente cuneiforme e si inquadra armoniosamente con il corpo; è attraente, molto nobile ed esprime una notevole forza.

PELO

Moderatamente duro, ondulato, un po’ rado, senza tendenza ad infeltrirsi. Sotto il pelo di copertura, più ruvido, si trova il sottopelo, più fine e più morbido.

CORPO

Visto di profilo, il corpo forma un rettangolo coricato, molto vicino ad un quadrato.

CODA

Attaccata bassa in prolungamento della groppa, lievemente inclinata, cade verticalmente; la sua estremità è leggermente sollevata verso l’alto, ma non ricurva.

MANTELLO

Bianco, ma è ammesso il colore avorio.