Il_gatto_di_razza_Bengal
Allevatori Bengal

BENGAL

ALTRI NOMI

TOELETTATURA

STILE DI VITA

TAGLIA

PESO

Maschio: 5 - 8 kg - Femmina: 4 - 6 kg

AFFETTUOSO

INDIPENDENTE

CALMO

ATTIVO

SOCIEVOLE

ESCLUSIVO

SILENZIOSO

LOQUACE

Nutri la sua crescita

Hai un gattino di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

Il Bengal che conosciamo oggi ha origine negli Stati Uniti. Le sue radici affondano negli anni Sessanta, quando il dottor Willard Centerwall, nel corso dei suoi studi sulle malattie congenite umane e sulla mappatura genica comparativa di gatti ed esseri umani, allevò numerosi ibridi di gatto leopardo. A quel tempo un altro contributo importante fu dato da William (Bill) Engler, un guardiano dello zoo che si occupò per molti anni di gatti esotici. Nel 1970 il Leopard Cat di Bill Engler diede alla luce due nidiate di gattini che furono allevati per produrre 'un gatto esotico piccolo, bellissimo, adatto a diventare un animale domestico'. Fu Engler stesso a creare il nome 'Bengal' per questi gatti, ormai giunti alla terza generazione. Se il Bengal si affermò come gatto domestico fu grazie all'enorme impegno di tempo e di energia di Jean Mill Sudgen, che fece conoscere questa razza in tutto il mondo.

I Bengal in genere sono curiosi, sicuri di sé e amici devoti. Vanno d'accordo con gli altri animali domestici purché correttamente introdotti. Amano far parte della famiglia. È nella loro natura tenersi occupati. Sono molto affettuosi e stanno anche in braccio, quando decidono loro ma si divertono di più a giocare, inseguire, arrampicarsi ed esplorare. Cercare di prendere un Bengal quando è in piena 'fase ludica' è un po' come tentare di trattenere l'acqua corrente! In genere gradiscono le coccole quando hanno sonno. Molti Bengal amano l'acqua e può capitare che vi raggiungano mentre vi lavate i denti o vi fate la doccia. Alcuni sono chiacchieroni, altri sono più tranquilli e usano la voce solo in casi particolari. I Bengal vorrebbero sempre stare accanto al padrone. Sono decisamente gatti d'azione. Dovendo scegliere tra un gioco statico e un gioco movimentato e imprevedibile, il Bengal sceglierà sempre quest'ultimo.

Il Bengal è un gatto molto attivo, curioso e piuttosto impegnativo per i suoi proprietari. Gli piace arrampicarsi e stare in alto, quindi è essenziale che abbia un tiragraffi ad albero, oltre che dei giocattoli per gatti. In casa è meglio che abbia la compagnia di un altro gatto o di un cane affinché possano giocare insieme.

Il Bengal è un gatto medio-grande, dal pelo corto e lucente e dall'aspetto molto muscoloso. I disegni distintivi del mantello ricordano l'Asian Leopard Cat, da cui deriva. La testa è piccola in proporzione al corpo, con piccole orecchie rotonde, dalle punte "tipped" e occhi piuttosto grandi e ovali. Il mantello può avere due disegni: marmorizzato, che deriva dal classico disegno Tabby e maculato. Nel disegno marmorizzato la marcatura si allunga in orizzontale, creando l'effetto marmo. Il disegno maculato può presentare rosette formate da macchie disposte a cerchio parziale attorno ad una macchia centrale più rossiccia. In entrambi i disegni c'è un contrasto di colore ben definito. La consistenza del mantello è estremamente morbida e ricorda la pelliccia di alcuni piccoli animali selvatici.

Tabby marrone (nero), Seal Sepia Tabby, Seal Mink Tabby, Seal Lynx Point, Black Silver Tabby, Seal Silver Sepia Tabby, Seal Silver Mink Tabby, Seal Silver Lynx Point. Sono ammessi solo i disegni maculati o marmorizzati. Non tutte le varietà di colore sono riconosciute da tutte le organizzazioni.