Segugio di Schiller

SEGUGIO DI SCHILLER

Il Schillerstövare è un segugio ben proporzionato, muscoloso, nobile, che dà l’impressione di forza e rapidità. Si distingue per la sua vivacità e la sua attenzione sostenuta. 


Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Molteplici origini - Alla prima esposizione canina in Svezia, nel 1886, parteciparono 189 segugi. Fra questi c’erano un fratello e una sorella chiamati Tamburini e Ralla I che appartenevano ad un contadino di nome Per Schiller. Discendevano dai famosi cani da caccia della casa domaniale Kaflås. Questi cani provenivano probabilmente dalla Germania del sud: piuttosto piccoli, di colore fulvo con mantello nero e leggere macchie bianche. Il Schillerstövare fu in seguito basato su cani da caccia svizzeri, con una considerevole infusione di sangue di cani da caccia britannici, soprattutto degli Harrier. Il Segugio di Schiller diventò rapidamente un tipo omogeneo e fu riconosciuto dal Kennel Club Svedese nel 1907. 

LO SAPEVI CHE

Segugio con buona voce è impiegato per la caccia alla lepre e alla volpe. Non è un cane da muta, non caccia in coppia e non è utilizzato per la caccia al cervo. 

MORFOLOGIA

BRACCOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

49-57 cm, taglia ideale 53 cm

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

53-61 cm, taglia ideale 57 cm

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Schillerstövare

DIMENSIONI

Medium (11-25 kg)

FCI

Segugi e cani per pista di sangue

ORECCHIE

morbide, pendono a piatto e il loro bordo anteriore è a stretto contatto con la guancia. 

TESTA

piuttosto lunga, triangolare di fronte come di profilo senza che il muso sia appuntito. 

PELO

ruvido, non troppo corto, coricato a stretto contatto con il corpo. 

CORPO

garrese ben differenziato, dorso solido e orizzontale, rene muscoloso e leggermente arcuato. La groppa è leggermente obliqua, lunga e larga. 

CODA

attaccata nella linea del dorso, è dritta o leggermente ricurva a sciabola. 

MANTELLO

fulvo con un mantello nero che copre il dorso e i lati del collo e scende sui lati del tronco e sulla faccia superiore della coda.