Mastino del Tibet

MASTINO DEL TIBET

Le definizioni relative al suo carattere sono significative: indipendente, protettivo, che impone rispetto. È considerato molto fedele alla sua famiglia ed al suo territorio. È un vero mito della specie canina. Con la sua corporatura e l’istinto di protezione innato, non conosce mezze misure: il mastino del Tibet  è l’archetipo del cane da guardia. 

Allevatori Mastino del Tibet

Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Un cane con origini secolari affascinanti - il Mastino del Tibet (Do-Khyi) è un cane da lavoro ancestrale dei pastori nomadi dell’Himalaya, diventato un cane da guardia tradizionale dei monasteri tibetani. È immerso nella leggenda fin dalla sua scoperta nell’antichità. Dalla menzione che ne fece Aristotele (384-322 a. C.) fino ai celebri racconti di Marco-Polo (1271), tutti i documenti storici elogiano la forza e l’impressione prodotta dal Mastino del Tibet, sia dal punto di vista fisico che mentale. Anche il suo abbaiare è descritto come una caratteristica di razza unica ed altamente apprezzata. Eminenti cinologi europei del passato hanno trattato del Mastino del Tibet in modo intensivo, affascinati dalle sue origini e dal suo ruolo nella cultura tibetana. Alcuni hanno anche ritenuto che fosse all’origine di tutti i grandi cani da montagna e di tutti i mastini.

LO SAPEVI CHE

In Europa, questo decano della famiglia dei Molossi mosse i suoi primi passi in uno zoo. Infatti, anche se uno dei primi mastini del Tibet a raggiungere le terre dell’Occidente fu un maschio inviato alla regina Vittoria nel 1847 da Lord Harding (allora viceré delle Indie), una della prime cucciolate registrate nacque nel 1878 nello zoo di Berlino! 

MORFOLOGIA

MOLOSSOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

minimo 61 cm al garrese

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

minimo 66 cm al garrese

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Do-Khyi

DIMENSIONI

Giant (over 45 kg)

FCI

Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani Bovari Svizzeri

ORECCHIE

Di taglia media, di forma triangolare, pendenti, attaccate tra il livello del cranio e quello dell’occhio.  

TESTA

Ampia, pesante e forte. Nell’età adulta, può comparire una ruga che si estende dalla regione sottorbitaria alla commessura delle labbra. 

PELO

La qualità del pelo importa più della quantità. È duro, spesso ed il pelo di copertura non è troppo lungo.

CORPO

Forte, con un dorso diritto e muscoloso, una groppa larga e piuttosto piatta, mentre il torace è abbastanza alto e di larghezza moderata. 

CODA

Di lunghezza media, attaccata alta, nel prolungamento della linea del dorso, è portata alta.

MANTELLO

Di un nero intenso, con focature fulve (“fuoco”) o no; dorato, da un fulvo intenso ad un rosso acceso, zibellino. Tutti i colori devono essere i più puri possibile.