Grande Anglo-Francese Bianco e Nero

GRANDE ANGLO-FRANCESE BIANCO E NERO

Siamo in presenza di un cane da muta possente, coraggioso e indicato per la grande selvaggina come il cinghiale o il capriolo. E’ un cane grande con la muscolatura e l’ossatura idonea, resistente e robusta che ricorda molto bene la sua origine gascon-saintongeoise.


Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Tagliato per la “grande selvaggina”: ha come origine il “bastardo” Anglo-Saintongeois, tipologia comparsa a metà del XIX° secolo e derivata da un incrocio fra il cane di Saintonge e il  Foxhound. La sua presenza effettiva attuale è nell’ordine di 2.000 cani, che danno 200 nuovi nascituri ogni anno.  Fa parte delle mute composte da una ventina di elementi per la caccia al capriolo e quella al cervo. Cane amichevole e vicino all'uomo, è reputato anche facile all’addestramento con la muta.

LO SAPEVI CHE

Con lui siamo in presenza di un « marcantonio » che non ha freddo agli occhi : eccelle infatti nella caccia all’inseguimento del cervo o del capriolo praticata nei territori umidi o nella boscaglia.

MORFOLOGIA

BRACCOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

62 – 68 cm

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

65 – 72 cm

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Grand Anglo-Français Blanc et Noir

DIMENSIONI

Maxi (26-44 kg)

FCI

Segugi e cani per pista di sangue

ORECCHIE

di lunghezza media, sono abbastanza appiattite all’attaccatura e si arrotolano all’estremità 

TESTA

forte, piuttosto corta con le linee del cranio - canna nasale parallele

PELO

raso, abbastanza forte e folto

CORPO

dorso dritto e sostenuto. Rene abbastanza largo e piuttosto corto. Groppa leggermente obliqua, fianchi ben riempiti, torace largo e disceso

CODA

forte alla radice, termina a punta sottile e deve essere lunga e dritta

MANTELLO

obbligatoriamente bianco e nero, gualdrappa con macchie nere più o meno estese potendo presentare macchiettature nere o bluastre, o anche delle piccole macchie fulve, ma queste ultime solo sugli arti.