Epagneul Picard

EPAGNEUL PICARD

Questo bell’épagneul de France fu la risposta dei cacciatori della baia di Somme all’arrivo dei cani da ferma britannici all’inizio del XX secolo. È rinomato per la dolcezza, sia sul terreno, in cui non ha il dente duro al riporto, che a casa, dove diventa il più simpatico dei compagni.


Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Una razza conosciuta da un secolo – Cane tarchiato con un’aria dolce ed espressiva, con degli arti forti e nervosi, un portamento della testa gioioso ed imponente ed un buon sviluppo del treno anteriore. Le sue caratteristiche morfologiche sono fissate chiaramente nel ceppo d’origine e da più di un secolo. Infatti, lo standard ufficiale dell’Epagneul Picard venne riconosciuto nel 1908 e, da allora, non solo ha potuto evolversi, ma, soprattutto, ha saputo dimostrare la validità dei metodi di selezione degli allevatori.

LO SAPEVI CHE

All’inizio del XX secolo, gli épagneul de France (Français, Picard, Bleu de Picardie e Breton) erano riuniti in una stessa federazione e non era raro vederli sullo stesso ring da esposizione. Da qui l’appellativo provvisorio di Petit Epagneul Français… malgrado il suo mantello roano

MORFOLOGIA

BRACCOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

da 55 a 60 cm

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

da 55 a 62 cm

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Epagneul Picard

DIMENSIONI

Maxi (26-44 kg)

FCI

Cani da ferma

ORECCHIE

Inserite abbastanza basse, inquadrando bene la testa, sono ricoperte da belle setole ondulate.

TESTA

Cranio rotondo ed ampio, con l’occipite molto pronunciato e le pareti laterali piatte.

PELO

Grosso e non troppo serico, sottile sulla testa, ma leggermente ondulato sul corpo.

CORPO

Le anche sono leggermente più basse del garrese, il dorso è di lunghezza media, con una leggera depressione dopo il garrese, le reni sono molto diritte, non troppo lunghe, ampie e spesse. Il petto è profondo.

CODA

Attaccata non troppo alta, forma due leggere curve, convessa e concava. Non troppo lunga, è ornata da belle setole.

MANTELLO

Grigio macchiettato, con zone marroni su diverse parti del corpo ed all’origine della coda. Molto spesso presenta delle focature sulla testa e sui piedi.