Bracco d’Ariège

BRACCO D’ARIèGE

Adatto a tutti i tipi di caccia, è resistente, docile e facile da educare. Ha una costruzione possente, ma senza pesantezza eccessiva, robusta e di aspetto vigoroso. Si preferiscono soggetti dagli arti asciutti, muscoli sporgenti e linee ben definite. Il mantello bianco, di preferenza trotinato arancio pallido o talvolta macchiettato di marrone, unito alla taglia ne fa un cane elegante e distinto. 


Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Sempre più leggero – Il Bracco d’Ariège deriva dal vecchio Bracco Francese che è stato incrociato nel XIX secolo con soggetti provenienti dal ceppo meridionale, di mantello bianco ed arancio, per conferirgli una maggiore leggerezza e dinamismo. Alcuni cacciatori dell’Ariège continuarono ad utilizzarlo, il che evitò la scomparsa completa della razza. Nel 1990 un’équipe d’allevatori decise di dedicarsi alla sua sopravvivenza. 

LO SAPEVI CHE

Il Bracco d’Ariège è una razza “riapparsa” recentemente; fa parte delle razze di bracchi dei Pirenei, ma è meno conosciuta dei suoi cugini tipo Gascogne o Pirenei. 

MORFOLOGIA

BRACCOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

da 56 a 65 cm

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

da 60 a 67 cm

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Braque de l’Ariège

DIMENSIONI

Medium (11-25 kg)

FCI

Cani da ferma

ORECCHIE

Abbastanza sottili, lunghe, accartocciate, sono attaccate all’altezza della linea dell’occhio o al di sotto. 

TESTA

Cranio lievemente bombato e solco frontale poco accentuato. Le linee del cranio e della canna nasale sono leggermente divergenti verso l’avanti. 

PELO

Fitto, brillante, corto, più fine e raso sulla testa e sulle orecchie. 

CORPO

Esaminando la linea superiore, la parte anteriore, quasi rettilinea, scende dal garrese all’undicesima vertebra dorsale, mentre la seconda parte, leggermente convessa, si congiunge con la groppa. 

CODA

Attaccata nel prolungamento della linea della groppa, è spessa alla radice e si assottiglia progressivamente. 

MANTELLO

Fulvo arancio pallido o talvolta marrone, fortemente chiazzato di bianco trotinato/macchiettato. Alcuni cani sono anche bianco trotinato/macchiettato.