Bassotto delle Alpi

BASSOTTO DELLE ALPI

Questo cane robusto e resistente alle intemperie è utilizzato dal cacciatore in montagna sia come cane da pista per la grande selvaggina ferita (ungulati) che come cane da fiuto per lepri e volpi. Guardatelo con la sua espressione calma e sicura, al contempo sveglia e amichevole, priva di paure.

Allevatori Bassotto delle Alpi

Nutri la sua crescita

Hai un cucciolo di questa razza?

SCOPRI COME SEGUIRLO AL MEGLIO IN TUTTE LE FASI DEL SUO SVILUPPO.
Clicca qui

DESCRIZIONE

Perfetto per le escursioni di caccia Fra il 1881 e il 1885, il principe ereditario Rodolfo d’Asburgo ordinava ai suoi guardiacaccia di Mürzsteg e d’Ischl di portare con sé questi segugi alpini nei suoi viaggi di caccia in Turchia e in Egitto. Nel 1932, l’Alpine-Erzgebirgs-Dachsbracke fu riconosciuta dalle massime associazioni cinofile austriache come la terza razza di cani da pista di sangue. Nel 1975, il nome fu modificato in “Alpenländische Dachsbracke” e la FCI dichiarò l’Austria come suo paese d’origine. Nel 1991 la FCI ha classificato il Bassotto delle Alpi nel gruppo VI dei cani da pista di sangue. Robusto È un cane da caccia solido, dagli arti corti e di costituzione robusta. L’ossatura è fortemente sviluppata, il pelo è folto e la muscolatura ferma.

LO SAPEVI CHE

Sin dall’Antichità si impiegavano dei cani da caccia il cui aspetto assomiglia enormemente a quello del Dachsbracke Austriaco.

MORFOLOGIA

BRACCOIDE

TAGLIA DELLA FEMMINA

Ideale 36/37 cm

PESO DELLA FEMMINA

-

TAGLIA DEL MASCHIO

Ideale 37/38 cm

PESO DEL MASCHIO

-

TOELETTATURA

NOME ORIGINALE

Alpenländische Dachsbracke

DIMENSIONI

Medium (11-25 kg)

FCI

Segugi e cani per pista di sangue

ORECCHIE

attaccate in alto, senza pieghe, lisce e ampie, pendenti, sono di media lunghezza.

TESTA

cranio leggermente bombato, solco frontale ben definito e protuberanza occipitale leggermente pronunciata.

PELO

pelo doppio molto fitto con sottopelo spesso. Il pelo, ben pettinato, copre tutto il corpo.

CORPO

tronco solido, muscoloso, allungato

CODA

attaccata alta, forte alla radice, con il pelo più lungo sulla parte inferiore (coda a spazzola).

MANTELLO

il colore ideale è un fulvo scuro che tende al rosso (rosso-cervo), con o senza una spruzzata di peli neri.